Ricette dolci

É proprio vero che “cucinare é un atto di amore”. In queste foto Bibí prepara la galette di mele per la sua amica del cuore Bia.

Frolla Vegan integrale di kamut e grano saraceno.

 

 

Fare una crostata con farina bianca e uova dall’impasto semplice ed elastico è davvero un gioco da ragazzi. Perché questi ingredienti si amalgamano molto più facilmente e non necessitano di ricerca continua e numerosi esperimenti che evaporano in una nuvola di farina prima di funzionare. 

Creare invece, una frolla Vegan senza uova, burro, farina 00 e latte vaccino é un susseguirsi di tentativi imperfetti che faticano a raggiungere il risultato desiderato. 

Perché quando si va ad impastare farine integrali naturali che rispondo diversamente come assorbimento rispetto alle farine trattate, il più delle volte si  possono riscontrare difficoltà soprattutto per quanto riguarda l’elasticità dell’impasto nel momento in cui si va a stenderlo e perché una volta cotta la frolla vegana può risultare sempre un po’ secca. 

Questa ricetta è per chi cerca l’equilibrio e la formula perfetta di ingredienti naturali biologici non trattati e allo stesso tempo il giusto connubio tra croccantezza e morbidezza. 

Finalmente per voi la mia ricetta (non più segreta) della frolla Vegan per crostate e biscotti a cui non farete più a meno. 

Ingredienti: - 50 g di farina di grano saraceno

- 150 g di farina di kamut

- 100 g di farina integrale

- 60 g di zucchero mascobado

- 7 g di lievito bio per dolci

- 70 ml di olio di girasole

- 90 ml di acqua tiepida

- una tazzina di latte di riso

 

Procedimento:

 

Mischiate prima gli ingredienti secchi.

Aggiungete un po’ alla volta gli ingredienti liquidi attendendo il completo assorbimento.

Impastate a mano fino a creare un panetto morbido dalla consistenza liscia ed omogenea.

 

Riponete il panetto chiuso con del cellophane in frigo per mezz’ora prima di stenderlo. Farcite come preferite ed infornare a 180 gradi per 25 minuti.

Pasta Frolla integrale di kamut e grano saraceno


Tiramisù di avocado, cacao amaro ed amaretto

Tiramisù di avocado, cacao amaro ed amaretto

Ingredienti per due tiramisù 

- 2 avocado maturi

- 20 amaretti 

- 200 g di ricotta vaccina o di soia

- 50 g di zucchero integrale di canna

- cacao amaro qb

- un limone

- due uova

- un pizzico di sale

Procedimento:

Prendete i due avocado, rimuovete la buccia e i semi.

Un avocado tagliatelo a cubotti e lasciatelo riposare con il succo di limone ed un cucchiaio di zucchero di canna.

L’altro avocado, tagliatelo grossolanamente ed inseritelo in un  robot da cucina.

Prendete due uova e separate i tuorli dagli albumi.

Gli albumi montateli a neve con un pizzico di sale.

I tuorli inseriteli insieme all’avocado nel mixer ed aggiungete la ricotta e lo zucchero. 

Unite delicatamente gli albumi montati e mischiate il composto con un cucchiaio o una spatola in silicone.

Prendete dei bicchieri o barattoli in vetro ed iniziate a comporre il vostro dessert.

Versate come base l’avocado rimasto a riposare con limone e zucchero.

Procedete per strati.

Aggiungete la crema di avocado e ricotta.

Sbriciolate gli amaretti così da avere un terzo strato alto circa un dito.

Proseguite nuovamente con la crema di avocado e ricotta.

Terminate spolverando del cacao amaro in superficie con qualche briciola di amaretto.

Fateli freddare per un paio di ore in frigo prima di servire.

E’ dessert per palati fini dal sapore cremoso e delicato.


Budino esotico di riso al cocco e mango

Budino esotico di riso al cocco e mango

Ho da sempre una grande passione per i viaggi transoceanici e appena possibile mi piace prendere il primo volo e partire verso luoghi più lontani e selvaggi possibili.

Probabilmente la mia passione per tutto ciò che è diverso traspare anche dalle mie ricette.

Sono loro a spingermi sempre più lontano alla scoperta di sapori e tecniche per me sconosciute e quindi inevitabilmente per me di grande fascino.

Non sempre però è possibile buttare due cose in valigia e salire sul primo volo.

Con questo dolce, però, mi basta chiudere gli occhi per sentirmi lì a farmi spettinare dalla brezza che viene dal mare.

Parlo di luoghi lontani che tanto ho amato ed in quelli dove ancora non sono stata ma che, ne sono certa, un giorno vedrò.

Ingredienti:

- 300 ml di latte di cocco

- 100 g di riso Arborio

- una stecca di cannella

- cannella in polvere

- 40 g di zucchero di canna

- 2 cucchiai di farina di cocco 

- un mango maturo

- un cucchiaio di olio 

Procedimento:

Mettete in una casseruola il latte con la stecca di cannella e lo zucchero.

Portate a ebollizione ed unitevi il riso abbassando la fiamma a fuoco basso.

Fate cuocere in base ai tempi riportati sulla vostra confezione e attendete che il riso sia morbido.

Rimuovete la stecca di cannella.

Spegnete e lasciate riposare il riso coperto.

Distribuite il riso in stampini in alluminio o silicone monoporzione.

Pressatelo bene all'interno degli stampini e cuocete a bagno maria.

Dovrete quindi disporre gli stampini in una teglia alta da forno con due ditad'acqua.

Cuocete per 20 minuti a 220 gradi in forno preriscaldato.

Lasciate freddare i budini, prima a temperatura ambiente e successivamente per due ore in frigo.

Pulite il mango e rimuovete il seme e la buccia.

Tagliatelo a pezzetti e frullatelo con un cucchiaio di olio d'oliva.

Sformate i budini versando sopra la crema di mango e spolverando con cannella in polvere ed un pizzico di farina di cocco.


Gelatine “Jungle”. La prima ai frutti rossi con petali e la seconda al mohito, menta, petali e lime

Gelatine “Jungle”. La prima ai frutti rossi con petali e la seconda al mohito, menta, petali e lime

Ingredienti per 4 gelatine:

- 300 ml acqua

- mezza tazzina di rum

- mezza tazzina di succo ai frutti rossi o mirtilli o melagrana 

- un cucchiaio di fragoline di bosco

- un cucchiaio di semi di melagrana 

- fiori bio colorati

- menta fresca

- un lime

- 18 g di colla di pesce

- 70 g di zucchero di canna fino 

- germogli qb 

- cocco in scaglie

Procedimento:

Mettete la colla di pesce a bagno in acqua fredda per 10 minuti.

Prendete due pentolini e portate a bollore l’acqua con lo zucchero dividendo le dosi.

Versate quindi in ogni pentolino 150 ml di acqua e 35 g di zucchero. 

Aggiungete in un pentolino il rum e nell’altro il succo di frutti rossi. Quando l’acqua raggiunge il bollore, strizzate la colla di pesce e versatene metà in ogni pentolino. 

Togliete dal fuoco e lasciate freddare.

Prendete uno stampo unico per budini o dei pirottini singoli possibilmente in silicone e non troppo piccoli.

Riempite due pirottini con le fragoline, i semi di melagrana e qualche petalo.

Proseguite riempendone altri due con la menta, i petali e la scorza grattugiata di lime.

Quando i liquidi si saranno freddati aggiungeteli delicatamente.

Versate quindi, il liquido con il rum nei due pirottini dove avete inserito la menta fresca e lime e il liquido con il succo di frutti rossi nei pirottini con le fragoline e la melagrana.

Lasciateli riposare in frigo per almeno sei ore.

Servite con fiori freschi bio, germogli e spolverate del cocco in scaglie.


Crema di biscotti al caffè con musli caldo e scaglie di cocco

Crema di biscotti al caffè con musli caldo e scaglie di cocco

Ingredienti per due-tre porzioni:

- due cucchiai di olio extravergine

- due cucchiai di avena in fiocchi

- due cucchiai di farro soffiato

- un cucchiaio di miglio soffiato

- fiocchi di mais al cacao

- 12 mandorle

- un cucchiaio di miele

- 3 cucchiai di sciroppo d’acero 

- mezzo bicchiere di acqua

- farina di cocco in scaglie

- 6 biscotti di farro o integrali o ai cereali

- mezza tazza di latte di riso

- caffè in polvere un pizzico

Procedimento:

Sciogliere i biscotti nel latte.

Attendete un paio di minuti per farli ammorbidire.

Mischiateli nel latte fino ad ottenere una crema omogenea.

Aggiungete un pizzico di caffè in polvere.

Per il musli, versate in una padella dai bordi alti l’olio extravergine di oliva con tutti i cereali (farro, avena e miglio)

Sminuzzate le mandorle e tostatele insiemeai cereali.

Unite il miele e lo sciroppo d’acero.

Allungate con l’acqua.

Lasciate cuocere un paio di minuti avendo la premura di girare di tanto in tanto per non far attaccare.

Servite in un bicchiere o in un barattolo di vetro.

Inserite come base la crema di biscotto e spolverate un pizzico di caffè in polvere.

Aggiungete il musli caldo e terminate lasciando cadere delle scaglie di cocco.


Muffin di kamut al cacao e cocco

Muffin di kamut al cacao e cocco

Oggi io e Beatrice ci siamo svegliate con una gran voglia di far festa e dato che mancano ancora due settimane al suo compleanno, abbiamo deciso all’ultimo di organizzare una super merenda e di invitare gli amici di karate di Francy con sorelline a seguito che sono amichette di Bibí. Francy sta a scuola e ancora non sa nulla, mentre Beatrice mi ha aiutata in cucina. Sarà una sorta di festa “di non compleanno” a sorpresa ... davvero inaspettata per Francesco!!!

Ingredienti per 12 muffin:

- 250 g di farina di kamut

- 50 g di farina di cocco in scaglie ( + 10 g per la decorazione)

- 50 g di cacao amaro

- 80 g di zucchero di canna integrale

- 2 cucchini di lievito bio

- un pizzico di sale

- 2 uova biologiche

- 50 ml di olio di girasole

- 200 ml di latte di riso

Procedimento:

In una terrina unite le farine di cocco e kamut.

Aggiungete gli altri ingredienti secchi, quindi lo zucchero, il cacao amaro setacciato, il lievito ed un pizzico abbondante di sale.

Mescolate bene.

Unite a filo il latte di riso.

Allungate l'impasto con l'olio di semi di girasole.

Aggiungete un uovo per volta, attendendo il completo assorbimento di quello precedente.

Mischiate bene a mano o con una planetaria con il gancio a foglia (K) e attendete di avere un impasto cremoso ed omogeneo.

Mettete dei pirottini all'interno di una teglia per 12 muffin.

Aiutatevi con due cucchiai ed inserite l'impasto riempendo ogni pirottino per due terzi, poichè durante la cottura lieviterà ulteriormente.

Infornate in forno preriscaldato a 180 gradi per 25 minuti.

Controllate la cottura con uno stecchino e non appena sfornate versate un pizzico di cocco in scaglie su ogni muffin ancora caldo.

Lasciate intiepidire e servite. 


Crostata al cacao amaro con sbriciolata croccante di frutta secca e pesche

Crostata al cacao amaro con sbriciolata croccante di frutta secca e pesche

Ingredienti:

- 200 g di farina di kamut

- 150 g di farina integrale 

- 7 g lievito bio

- 70 g zucchero di canna integrale 

- un pizzico di sale

- 20g cacao amaro

- 1 uovo bio

- 60 ml di olio di girasole 

- noce moscata qb

- zenzero in polvere qb

- 30 g di frutta secca (nocciole, noci e mandorle)

- una confettura di pesche senza zuccheri aggiunti

- 50 g di farina aggiuntiva kamut o integrale per sbriciolata

- 70 ml acqua fredda

Procedimento:

In una terrina inserite prima tutti gli ingredienti secchi.

Iniziate con le farine e il cacao setacciati, aggiungete lo zucchero di canna, un pizzico di sale, le spezie profumate (cannella, zenzero, chiodi di garofano e noce moscata) e il lievito bio.

Allungate pian piano l’olio vegetale e l’acqua fredda a filo. Mescolate bene tutti gli ingredienti.

Aggiungete un uovo bio attendendo il completo assorbimento.

 Impastare fino ad ottenere un panetto liscio e compatto.

Chiudete il panetto dentro del cellophane e lasciatelo riposare in frigo almeno per mezz’ora.

Trascorso il tempo, prendete due terzi del panetto e stendetelo fino ad ottenere uno spessore di 4-5 mm.

Adagiate l’impasto steso all’interno di una teglia rivestita da carta da forno.

Bucherellate il fondo con una forchetta e stendete sopra la confettura di pesche in modo uniforme.

Mettete in una ciotola il terzo dell’impasto messo da parte. Aggiungete altra farina, circa 50 g, ma regolatevi ad occhio in base alla capacità di assorbimento della vostra farina.

Unite le noci, mandorle e nocciole sminuzzate grossolanamente.

Mischiate con le mani fino ad ottenere delle grosse briciole e stendetele nella teglia sopra lo strato di marmellata.

Infornate a forno preriscaldato a 180 gradi per trenta minuti.

Sfornate e non appena la crostata si raffredda a temperatura ambiente, tagliatela a quadrotti e servite.

E’ davvero, davvero squisita. E sarà difficile limitarsi ad una sola fetta. 


Pancake integrali al tè verde Macha

Pancake integrali al tè verde Macha

Ingredienti per 12 Pancakes:

- 135 g di farina integrale

- un pizzico di sale

-  40 g di zucchero integrale di canna

- un cucchiaino di lievito per dolci

- un cucchiaio di tè Macha in polvere

- 250 ml di latte di cocco

- sciroppo d’acero qb

- zucchero a velo qb

Procedimento:

Sbattete con una frusta in una ciotola la farina, con il latte, il lievito, il pizzico di sale, lo zucchero ed il tè Macha finché non otterrete un composto liscio e senza grumi. Nel frattempo scaldate una padella antiaderente e con uno scottex bagnato con un goccio di olio ungetela oppure nebulizzate olio evo con un dosatore spray.

I Pancakes dovranno avere la grandezza circa del vostro palmo.

Un mestolo scarso di impasto sarà più che sufficiente. Versate l'impasto raccolto con il mestolo nella padella calda e appena inizieranno a formarsi le bollicine in superficie, girate pure il vostro Pancake. 

Disponete i Pancakes uno sopra l’altro e servite con sciroppo d’acero e zucchero a velo.


Biscotti di kamut al tè verde Macha

Biscotti di kamut al tè verde Macha

Ingredienti:

- 100 g farina integrale

- 125 g farina kamut

- 80 g zucchero integrale di canna

- 8 g lievito 

- 1 uovo

- cannella qb

- un pizzico di sale

- 2 cucchiai di té verde Macha

- 50 ml olio di girasole 

- 70 ml di latte di riso

Procedimento:

In una terrina versate prima gli ingredienti secchi.

Unite quindi le farine setacciate, lo zucchero, il lievito, la cannella, il pizzico di sale e un cucchiaio e mezzo/due di té verde Macha.

Mescolate ed aggiungete gli ingredienti liquidi.

Aggiungete l'olio a filo, il latte di riso e per ultimo un uovo intero.

Mescolate bene fino ad ottenere un panetto omogeneo ed elastico.

Lasciate riposare l'impasto per almeno mezz'ora in frigo.

Trascorso il tempo di riposo, stendete l'impasto su un piano infarinato fino ad ottenere uno spessore di 4-5 mm.

Tagliate i biscotti con gli stampi che preferite ed infornate a forno preriscaldato a 180 gradi per 5 minuti per lato.

Una volta che i biscotti sono sfornati e freddati spolverate il tè verde Macha in polvere.

Con questo impasto sono riuscita ad ottenere una trentina di biscottini di circa 3 cm di diametro e due piccole crostatine monoporzione utilizzate per la ricetta successiva che segue.

Servite  biscottini con del tè verde caldo.


Crostatina di frolla al tè verde Macha con crema di riso, semi di chia e mirtilli

Crostatina di frolla al tè verde Macha con crema di riso, semi di chia e mirtilli

Ingredienti per la frolla:

- 100 g farina integrale

- 125 g farina kamut

- 80 g zucchero integrale di canna

- 8 g lievito 

- 1 uovo

- cannella qb

- un pizzico di sale

- 2 cucchiai di té verde Macha

- 50 ml olio di girasole 

- 70 ml di latte di riso

Ingredienti per la crema di latte di riso:

- 200 ml di latte di riso

- una bustina di agar agar

- un cucchiaio di sciroppo d'acero

- 30 g di semi di chia

Per la decorazione:

- mirtilli freschi

- Té Macha in polvere qb

Procedimento:

In una terrina versate prima gli ingredienti secchi.

Unite quindi le farine setacciate, lo zucchero, il lievito, la cannella, il pizzico di sale e un cucchiaio e mezzo/due cucchiai di té verde Macha.

Mescolate ed aggiungete gli ingredienti liquidi.

Aggiungete l'olio a filo, il latte di riso e per ultimo un uovo intero.

Mescolate bene fino ad ottenere un panetto omogeneo ed elastico.

Lasciate riposare l'impasto per almeno mezz'ora in frigo.

Trascorso il tempo di riposo, stendete l'impasto su un piano infarinato fino ad ottenere uno spessore di 4-5 mm.

Stendete l'impasto negli stampi per le crostatine monoporzione.

Passate il mattarello sopra l'impasto steso sullo stampo così da ritagliarlo perfettamente.

Bucherellate con una forchetta la base e versateci sopra una manciata di fagioli secchi per non far alzare l'impasto in fase di cottura.

Infornate per una ventina di minuti a 180 gradi e fate raffreddare.

Eliminate i fagioli secchi dalla crostatina

A parte scaldate il latte di riso in un pentolino.

Appena il latte inizia a scaldarsi aggiungete l'agar agar e mescolate per altri tre minuti.

Spegnete il fuoco e aggiungete lo sciroppo d'acero e i semi di chia.

Mescolate bene e lasciate freddare in una tazza una mezz'ora a temperatura ambiente.

Versate per ogni crostatina 2-3 cucchiai del composto di  latte e semi di chia.

Lasciate solidificare e riposare le crostatine in frigo per almeno 3 ore.

Decorate con tre mirtilli freschi per crostatina e spolverate con tè verde Macha in polvere.


Dolce soffice di farro ai lamponi e semi di chia

Dolce soffice vegano di farro ai lamponi e semi di chia

 

Anche se la nostra casa è piccina, ci piace sempre accogliere tanti bambini. Oggi nel pomeriggio verranno, come spesso accade, degli amici dei miei figli per merenda.

Ho notato che di solito i bimbi preferiscono i dolci soffici come il ciambellone o i muffin, rispetto a crostate e biscotti.

Così ho pensato di creare una nuova ricetta soffice e sana sperando di poterla mangiare per colazione, sempre se avanzerà almeno una fetta. Questa volta ci spero proprio.

Questi sono gli ingredienti per uno stampo di circa 20-22 cm. Se avete uno stampo più grande, tenete conto che la torta sarà più bassa.

Ingredienti:

- 175 g di farina di farro

- 70 g di zucchero di canna

- 8 g di lievito bio

- 50 ml di olio di girasole

- 120 ml latte di nocciola

- 3 cucchiai di semi di chia

- 2 uova bio

- 125 g di lamponi

Procedimento:

Mischiate gli ingredienti secchi in una terrina.

Unite quindi la farina setacciata, il lievito, una spolverata di cannella e lo zucchero.

Aggiungete l’olio vegetale, il latte di nocciola (che potete sostituire con qualsiasi latte vegetale e non).

Incorporate un uovo per volta, attendendo il completo assorbimento.

Mischiate fino ad ottenere un composto omogeneo.

Aggiungete un cucchiaio di semi di chia e mescolate bene.

Versate il composto in uno stampo infarinato.

Aggiungete sopra lamponi lavati ed asciugati.

Inseriteli delicatamente uno per volta pressandoli leggermente sul fondo.

infornate a 180 gradi in forno preriscaldato per 30 minuti.

Se desiderate, servite spolverando con una nevicata di zucchero a velo.

Io non l’ho messo perché preferisco limitare gli zuccheri il più possibile però la dolcezza dello zucchero a velo, sta parecchio bene in questo caso, perché contrasta l’acidità del lamponi creando un gioco di sapori che le vostre papille gustative apprezzeranno.


Pudding al latte di cocco e semi di chia con biscotti al farro, Crunch di avena e quinoa, nocciole e lamponi

Pudding al latte di cocco e semi di chia con biscotti al farro, Crunch di avena e quinoa, nocciole e lamponi

La colazione è da sempre il mio pasto preferito. E poi iniziare la giornata con un pudding ai semi di chia ha tutto un altro gusto! Il vostro Intestino vi ringrazierà. Stamattina ho preparato un pudding al latte di cocco e semi di chia con biscotti al farro, Crunch di avena e quinoa, nocciole e lamponi. 

Ingredienti per due:

- 6 biscotti al farro

- 6-8 nocciole

- 4-6 lamponi

- una tazzina di latte vegetale

Ingredienti per il Pudding:

- 200 ml di latte di cocco (o vegetale)

- 30 g di semi di chia

- un cucchiaio di sciroppo d'acero

Ingredienti per il crunch (400 g):

- 100 g di fiocchi di avena naturali

- 100 g di quinoa

- 20 g di noci 

- 20 g di mandorle

- 20 g olio di semi di girasole

- 40 g di miele

- un cucchiaino di cannella in polvere

- un cucchiaino di zenzero in polvere

Preparazione:

Iniziate prima con la preparazione del crunch.

Fermo restando che se non avete tempo potete anche prendere quelli già pronti senza aggiunta di zuccheri in qualche negozio biologico. Ma se volete prepararvi da sole il crunch seguite le seguenti indicazioni.

Lessate innanzitutto la quinoa come da procedimento e tempi riportati sulla vostra confezione.

Scolatela bene.

Rivestite una teglia con carta da forno e versate la quinoa lessata.

Infornate a forno preriscaldato a 200 gradi per 50 minuti girando spesso.

Sfornate e fate freddare la quinoa croccante.

Lasciate il forno acceso,

Prendete una ciotola e aggiungete la quinoa croccante, i fiocchi di avena, le noci, le mandorle, il miele, la cannella e l'olio di semi.

Amalgamate bene con un cucchiaio di legno, per rendere il tutto omogeneo.

Versate il composto nella teglia da forno foderata di carta ed infornate nuovamente a 200 gradi per mezz'ora circa girando di tanto in tanto.

Sfornate e lasciate freddare mettendo il crunch da parte.

Il crunch potete conservarlo per un paio di settimane in un barattolo chiuso  o in una scatola di biscotti.

Per il pudding di semi di chia, ci vuole davvero poco.

Ma sono necessarie 4 ore di riposo in frigo.

Vi conviene quindi prepararvelo la sera prima per averlo a colazione.

Versate il latte vegetale in un barattolo di vetro.

Aggiungete i semi di chia (circa tre cucchiai) e lo sciroppo d'acero.

Lasciate il barattolo chiuso con il tappo in frigo.

Girate due tre volte nella prima ora.

Altrimenti vi ritroverete tutti i semi accorpati sul fondo.

I semi di chia inizieranno a gonfiarsi e a rilasciare un gel che renderà il latte vegetale della consistenza di un budino.

Al termine delle 4 ore di riposo o comunque la mattina dopo il pudding sarà pronto per essere servito.

Mettete in ammollo i biscotti di farro sbriciolati con una tazzina scarsa di latte vegetale.

Adesso avete tutto a disposizione per procedere con la composizione.

Versate sul fondo di un barattolo due cucchiai di pudding e schiacciate bene per procedere a strati.

Proseguite versando due cucchiai abbondanti di biscotti ammorbiditi con il latte e pressate.

Continuate con altri due cucchiai di pudding.

Terminate sbriciolando in cima un cucchiaio di crunch, le nocciole intere e qualche lampone.

Adesso potete servire e soprattutto fare colazione.

Naturalmente potete sbizzarrirvi mettendo tutta la frutta secca e fresca che preferite.

Anche per il crunch potete sostituire alla quinoa altri cereali come farro ed orzo.

Non ponete limiti alla vostra fantasia per creare tantissime varianti per una colazione davvero sana e squisita.


Pudding di latte di cocco e semi di chia con mango, mirtilli e lamponi

Pudding di latte di cocco e semi di chia con mango, mirtilli e lamponi

Il Pudding di semi di chia nasce come dessert Vegano ma è anche ideale per una colazione sana e gustosa.

Non potete davvero immaginare quanto sia buono finché non lo proverete.

È facilissimo da preparare e non richiede toccare i fornelli.

Basterà mischiare i semi di chia con il latte vegetale e dopo poche ore i semi si gonfieranno rilasciando del gel che darà al nostro latte l’aspetto e la consistenza di un Budino.

In più cosa c’e di più sano di una colazione a base di frutta fresca e semi?

Avvicinandovi ad un’alimentazione così naturale e fresca con il tempo, ritroverete una grande energia per iniziare la giornata, oltre al fatto che con i semi aiuterete la regolarità del vostro intestino ed avrete una linea invidiabile.

Ingredienti per due pudding:

- 400 ml di latte di cocco

- 60 g di semi di chia

- un mango

- 12-16 mirtilli

- 8 lamponi

- un cucchiaio di sciroppo d’acero

Procedimento:

Prendete un barattolo grande. Mettete all’interno i semi di chia, il latte e lo sciroppo d’acero. 

Girate con una frusta e lasciate riposare il barattolo chiuso in frigo per almeno 4 ore.

Io di solito lo preparo la sera prima per mangiarlo a colazione.

Ogni ora cercate di dare una girata ai semi in modo da farli gonfiare uniformemente. 

Altrimenti tenderebbero ad accorparsi sul fondo.

Pulite il mango e tagliatelo a pezzetti.

Tenete da parte solo qualche piccolo cubetto che verserete alla fine.

Frullate con un minipimer il mango (senza aggiungere acqua o altro).

Trascorse le 4 ore, potete procedere preparando i barattoli.

Prendetene due di vetro (o due bicchieri) e preparateli insieme mettendo prima sul fondo metà del succo di mango. 

Aggiungete uno strato di pudding.

Inserite i lamponi e i mirtilli lavati, posizionandoli a contatto con il vetro per renderli visibili. 

Aggiungete ancora altro pudding e terminate versando i cubetti di mango, mirtilli e lamponi.

Naturalmente potete creare le varianti che preferite mettendo tutta la frutta di stagione che volete ed inserendo al posto del latte di cocco qualsiasi latte Vegetale o Vaccino.


Strudel di barbabietola rossa, mele e pistacchi

Strudel di barbabietola rossa, mele e pistacchi

Ingredienti:

- un rotolo di pasta sfoglia pronta di forma rettangolare

- 2 barbabietole per ottenere un cucchiaio e mezzo di purea di barbabietola

- 2 mele ambrosia

- mezza arancia

- 3 cucchiai di zucchero di canna integrale

- un cucchiaio di cannella

- 20 g di pistacchi sgusciati

- tuorlo d'uovo per spennellare la parte esterna.

- zucchero a velo bio qb

Procedimento:

Pulire le barbabietole e lessatele.

Frullate per ottenere una purea e mettetela da parte.

Prendete le mele, pulitele e privatele della buccia e dei semi.

Tagliate gli spicchi a fettine sottili e mettetele in una ciotola.

Unite nella ciotola insieme alle mele anche il succo di mezza arancia, lo zucchero di canna e la cannella.

Mischiate e lasciate insaporire.

Prendete il rotolo pronto di pasta sfoglia e apritelo delicatamente.

Aggiungete alle mele anche la purea di barbabietola ed i pistacchi.

Con un cucchiaio versate il composto dentro la pasta sfoglia e disponetelo in maniera uniforme su tutta la superficie lasciando solo la parte laterale superiore ed inferiore libere che poi andranno a chiudere lo strudel. Aiutatevi guardando le immagini sottostanti.

Arrotolate la sfoglia facendo attenzione a non romperla.

Chiudete le parti laterali come fosse un pacchetto.

Disponete lo strudel in uno stampo da plumcake rivestito di carta da forno.

Spennellate con un tuorlo d'uovo la parte superiore.

Infornate per 30 minuti, mettendo gli ultimi 2 minuti il forno in modalità ventilata.

Sfornate e attendete che si raffreddi per tagliare le fette.

Servite spolverando con zucchero a velo.


Vegan Dorayaki di farina di ceci con crema dolce di fagioli rossi

Dorayaki di farina di ceci con crema dolce di fagioli rossi

Ormai mi sto lanciando nelle ricette giapponesi. E poiché i Dorayaki, i tipici dolci di fagioli rossi, oltre ad essere i preferiti di Doraemon sono anche i preferiti mio figlio Francesco, ho voluto sperimentare una mia versione Vegan dei Dorayaki giapponesi con farina di ceci.

Ingredienti per 8 Dorayaki:

- 100 g di farina di ceci

- 35 g di farina di farro integrale

- 60g di zucchero di canna

- due cucchiaini di lievito per dolci bio

- 250 ml di latte di riso

- un pizzico di sale

Per il ripieno:

- una tazza di fagioli azuki

- 5 cucchiai di zucchero di canna integrale

Procedimento:

Mettete in ammollo i fagioli per almeno 6 ore.

Successivamente cuoceteli con il doppio del loro volume di acqua per almeno un ora.

Una volta cotti, avranno la consistenza di una zuppa.

Tenete il liquido in eccesso e versate lo zucchero.

Passate il minipimer per avere una consistenza cremosa.

Lasciate freddare la crema di fagioli in frigo per almeno un'ora.

Preparate adesso l'impasto dei Dorayaki.

Il procedimento ed il tipo di impasto è molto simile ai pancakes.

Ogni Dorayaki è infatti formato da due pancakes morbibi e soffici con all'interno la crema di fagioli azuki dolci.

Prendete una terrina e versate la farina di farro, la farina di ceci, il lievito e lo zucchero di canna.

Unite un pò alla volta il latte di riso finchè non otterrete un composto liscio ed omogeneo.

Aggiungete un pizzico di sale.

Mettete a scaldare una padella antiaderente e non appena è calda versate con un mestolo l'impasto che avrà la dimensione pi o meno del vostro palmo.

Non appena si inizieranno a formare le bollicine girate il pancake per cuocere bene entrambi i lati.

Fate raffreddare tutti i pancakes e successivamente farciteli con la crema dolce di azuki e servite.

Per gli ingredienti e le dosi riportate vi verranno più o meno 14 -16 pancakes pari ad 7-8 Dorayaki.

 


Vegan Torta di grano saraceno, mele, fiocchi di avena e semi di papavero

Torta di grano saraceno, mele, fiocchi di avena e semi di papavero

Ingredienti:

- 250 g di farina di grano saraceno

- 50 g di fiocchi di avena

- un cucchiaio di semi di papavero

- 8 g di lievito per dolci bio

- 70 g di olio di girasole

- 50 g di zucchero integrale di canna

- 3 mele

- 125 g di yogurt magro vegetale

- un cucchiaio di cannella 

- zucchero a velo qb

Procedimento:

In una terrina versate la farina di grano saraceno, i semi di papavero, la cannella, lo zucchero di canna, il lievito e i fiocchi di avena.

Mescolate bene gli ingredienti secchi con un cucchiaio di legno.

Prendete due mele.

Tagliatele a spicchi e grattuggiateli per ottenere una purea morbida.

Unite la purea di mela agli ingredienti secchi,

Aggiungete lo yogurt magro e l'olio di girasole a filo.

Continuate a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo,

Versate il composto in una teglia rettangolare circa di 23 x 32 cm.

Prendete la terza mela e tagliatela a fettine molto sottili.

Ponete le fettine in superficie.

Infornate a 180 gradi per 40 minuti.

Una volta terminata la cottura, sfornate e lasciate freddare.

Tagliate a quafrotti e servite spolverando con zucchero a velo.


Biscotti allo zenzero con gelato al cocco, sesamo, mirtilli e melograno

Biscotti allo zenzero e cannella con gelato al cocco, sesamo, mirtilli e melograno

Ingredienti per 4 persone:

- 12 biscotti svedesi allo zenzero tipo Pepparkakor (vedi ricetta nella pagina ricette natalizie)

- 200 g di gelato al cocco

- sesamo chiaro

- 4 mirtilli 

- un melograno

Procedimento:

Per i biscotti potete seguire la ricetta nella pagina delle ricette natalizie dei Pepparkakor. Utilizzate uno stampo tondo piccolo di 4 cm di diametro.

Una volta sfornati, attendete che si siano raffreddati.

Ponete un biscotto al centro del piatto, aggiungete uno strato di gelato al cocco.

Ponete ancora un altro biscotto, gelato e nuovamente biscotto e gelato.

Dovranno essere complessivamente 3 biscotti. Nella foto se ne vedono solo due, perchè il gelato colato copre la base biscottata. ma vi assicuro che c'è.

In cima sull'ultimo strato di gelato aggiungete un pizzico di semi di sesamo e un mirtillo al centro.

Sulla base del piatto sgranellate il melograno e fate cadere disordinatamente i chicchi rossi che doneranno colore e movimento.


Galette Vegan di farine integrali di kamut e grano saraceno con mele e cannella

Galette Vegana di farine integrali di kamut e grano saraceno con mele e cannella

Questa crostata è stata espressamente preparata da mia figlia Bibì per la sua migliore amica, chiamata anche lei Beatrice ma soprannominata Bia.

Poichè quest'estate in montagna tra una cavalcata sul pony e una passeggiata nei boschi si sono entrambe ingurgitate un'infinità di mele, abbiamo voluto preparare una crostata di mele in ricordo dell'estate ormai lontana.

Ingredienti:

- 100 g di farina integrale

- 150 g di farina di kamut integrale

- 100 g di farina di grano saraceno integrale

- 90 ml di acqua fredda

- 70 ml di olio di girasole

- 7 g di lievito bio per dolci

- 60 g di zucchero integrale di canna

- due cucchiai di cannella in polvere

- un pizzico di sale

Ingredienti per la farcia: 

- 3 mele biologiche

- 1 cucchiaio di cannella in polvere

- 2 cucchiai di zucchero di canna

- 1 limone

- due cucchiai di sciroppo d’acero

Preparazione:

Unite in una terrina le tre farine integrali con il lievito, due cucchiai di cannella e lo zucchero.

Mischiate gli ingredienti secchi con un cucchiaio di legno.

Aggiungete l'olio di semi di girasole e un pizzico di sale.

Continuando ad impastare inserite un pò alla volta l'acqua, attendendo sempre il completo assorbimento.

Quando l'impasto diventa omogeneo, toglietelo dalla ciotola e stendetelo su un ripiano infarinato di legno per impastare a mano.

Non appena avrete un panetto compatto e liscio, ricopritelo con del cellophane e lasciatelo riposare in frigo.

Mia figlia quando lo mette in frigo gli dice sempre al panetto "Buona notte e sogni d'oro". :)

Attendete almeno un'ora prima di recuperarlo.

Nel frattempo tagliate a fettine sottili le mele.

Mettetele in una ciotolina e lasciatele insaporire con il succo di un limone, due cucchiai di zucchero di canna, lo sciroppo d’acero ed un cucchiaio di cannella.

Terminato il tempo di riposo dell'impasto, stendetelo con un mattarello su un foglio di carta da forno.

Lo spessore dovrà essere circa di 4-5 mm.

Bucherellate il fondo con una forchetta.

Al centro disponete le mele tagliate con il loro succo di condimento.

Richiudete i lembi esterni della frolla.

Infornate a 180 gradi in forno preriscaldato per 40 minuti.


Panna cotta allo yogurt e frutto della passione

Panna cotta allo yogurt e frutto della passione

Questa ricetta la dedico a mio marito che è la mia passione.

Ingredienti per 4 persone:

- 200 ml di latte di riso 

- un baccello di vaniglia

- un cucchiaio di zucchero a velo bio

- 4 g di gelatina in fogli (2 fogli) 

- 150 g di yogurt grego 

- 4 frutti della passione

Procedimento

In un pentolino riscaldate il latte e attendete di portate a bollore.

Unite lo zucchero e la vaniglia, estraendo i semi dal baccello.

Spegnete il fuoco,

Aggiungete i fogli di gelatina, precedentemente fatti ammollare per almeno 10 minuti e strizzati.

Fateli sciogliere ed amalgamare con il latte.

In una ciotola a parte versate lo yogurt greco e allungatelo pian piano con il latte caldo.

Aiutatevi con una frusta affinchè non ci siano grumi e parti dense dello yogurt.

Mescolate bene fino ad ottenere un composto liscio ed uniforme.

Setacciate il composto con un colino e versatelo in 4 stampini.

Lasciate freddare in frigo per almeno tre ore.

Tagliate il frutto della passione, ricavando la fascia centrale e mettendola da parte.

Andrà posizionata in cima alla panna cotta.

Le altre due metà laterali andranno private della polpa.

Posizionate la polpa al centro del piatto che volete utilizzare per servire.

Rovesciate la panna cotta sulla polpa e ponete sulla superficie superiore la fascia centrale del frutto della passione che avevate messo da parte.

Conservate in frigo fino all'ultimo momento prima di servire.


Biscotti integrali alle castagne e grano saraceno

Biscotti integrali alle castagne e grano saraceno

Niente mi fa svegliare più volentieri al mattino che l’idea di biscotti caldi appena sfornati. Se poi la frolla la preparate la sera prima, è presto fatto. Vi ci vorranno meno di venti minuti.

Ingredienti per 18 biscotti:

- 100 g di farina di castagne 

 - 100 g di farina integrale

- 50 g di farina di grano saraceno 

- 70 g di zucchero integrale di canna

- 6 cucchiai di latte di riso

- 70 ml olio di girasole

- un pizzico di sale

- un cucchiaino di lievito

Procedimento:

Unite prima gli ingredienti secchi, quindi le farine, lo zucchero, il lievito e il sale. Aggiungete il latte e una volta incorporato unite a filo l’olio. Girate l’impasto a mano o nell’impasttatrice. Ci vorranno pochissimi minuti. Pur essendo un impasto vegano e quindi senza uova e burro ha una grandissima elasticità e sicuramente non troverete difficoltà a manipolarlo. Impastare fino ad ottenere un panetto omogeneo e liscio. Ora lasciatelo riposare almeno un’ora in frigo. Io lo faccio sempre la sera prima per avere al mattino a colazione dei biscotti caldi caldi pronti in venti minuti. Basta mettere la sveglia mezz’ora prima e il gioco è fatto. 

Una volta che l’impasto è pronto per essere tirato fuori dal frigo, stendetelo finché avrà uno spessore di 4 mm. Tagliate i biscotti della forma che preferite ed infornate a 170 gradi per 5-6 minuti per lato. 


Pancakes con impasto integrale al cocco

Pancakes con impasto integrale al cocco

Che domenica è senza Pancakes??? Ormai in casa nostra, vige il motto “No Pancakes. No Sunday.”

Ingredienti per 12 Pancakes:

- 135 g di farina integrale

- un pizzico di sale

-  40 g di zucchero integrale di canna

- un cucchiaino di lievito per dolci

- 50 gr di cocco in scaglie

- 250 ml di latte di cocco

- sciroppo d’acero qb

Procedimento:

Sbattete con una frusta in una ciotola la farina, con il latte, il lievito, il cocco, lo zucchero finché non otterrete un composto liscio e senza grumi. Nel frattempo scaldate una padella antiaderente e con uno scottex bagnato con un goccio di olio ungetela. I Pancakes dovranno avere la grandezza circa del vostro palmo. Un mestolo scarso di impasto sarà più che sufficiente. Versate l'impasto raccolto con il mestolo nella padella calda e appena inizieranno a formarsi le bollicine in superficie, girate pure il vostro Pancake. 

Disponete i Pancakes uno sopra l’altro e servite con sciroppo d’acero.


Galette Vegane di farro integrale e semi di papavero alle more

Galette di farro integrale e semi di papavero alle more

Per chi come me desidera essere catapultato il più lontano possibile dalla città. Per ritrovarsi nella natura incontaminata, con alberi che si perdono a vista d'occhio. Questa ricetta fa per voi. Vi sembrerà di non vivere più in una grigia città e con poco verde. Almeno fino a quando non avrete terminato la vostra fetta.

Ingredienti:

- 200 g di farina di farro

- 150 di farina integrale bio

- 60 grammi di zucchero di canna

- 2 cucchiai di semi di papavero

- 90 ml di latte di riso

- 70 ml di olio di girasole

- 7 g di lievito per dolci

Ingredienti per la farcia

- un limone

- 2 cucchiai di zucchero di canna

- 500 g di more

- foglie di menta fresca per guarnire

- confettura di frutti neri di bosco senza zuccheri aggiunti

Procedimento:

Unite la farina di farro e quella integrale con il lievito e lo zucchero. Aggiungete l'olio finchè non si assorbe del tutto all'impasto.

Continuate ad impastare a mano o con un'impastatrice aggiungendo a filo il latte di riso. Infine unite i semi di papavero.

Non appena avrete un panetto omogeneo ed elastico, chiudetelo con del cellophane e fate riposare per un'ora in frigo.

Lavate le more e aggiungete il succo di limone filtrato e due cucchiai di zucchero di canna. Mischiate bene. 

Trascorso il tempo di riposo di almeno un’ora, prendete la frolla. Stendete l’impasto su un foglio di carta da forno infarinato, fino ad ottenere uno spessore di 3-4 mm.  Al centro versate 4 cucchiai di marmellata di frutti neri di bosco (possibilmente senza zuccheri aggiunti).

Aggiungete le more, tenendo da parte il liquido in eccesso.

Chiudete delicatamente i lembi esterni della pasta frolla.

Con un pennello in silicone, spennellate i margini con il composto di limone, zucchero di canna e succo di more messo da parte. 

Infornate a 180 gradi per 40 minuti.

Una volta cotta lasciatela a temperatura ambiente e guarnite con due foglie di menta fresca.


Crostata al farro con confettura di albicocche

Crostata al farro con confettura di albicocche

Alla fine le cose più semplici sono sempre quelle che piacciono di più, soprattutto ai bambini. Una crostata con marmellata di frutta non può mancare mai per una ricca colazione o una golosa merenda. E poi questo cielo di piombo da copertina di lana a quadrettoni, mette davvero voglia di fermarsi e prendersi un po' di tempo per coccolarsi con un tè caldo, un bel libro ed una buona fetta di crostata. In più, se è di farina integrale e farina di farro, con pochissimo zucchero di canna, senza nè uova, nè burro ... risulterà anche leggerissima. Oltre che buonissima. L'unico inconveniente è che durerà davvero poco.

Ingredienti:

- 200 g di farina di farro

- 150 farina integrale bio

- 60 grammi di zucchero di canna

- 90 ml di latte di riso

- 70 ml olio di girasole

- 7 g lievito per dolci

- confettura di albicocche senza zuccheri aggiunti

Procedimento:

Unite la farina di farro e quella integrale con il lievito e lo zucchero. Aggiungete l'olio finchè non si assorbe del tutto all'impasto.

Continuate ad impastare a mano o con un'impastatrice aggiungendo a filo il latte di riso.

Non appena avrete un panetto omogeneo ed elastico, chiudetelo con del cellophane e fate riposare per un'ora in frigo.

Trascorso il tempo, prendete due terzi dell'impasto e stendetelo su un ripiano infarinato.

Disponete l'impasto in una teglia di 22-25 cm. Bucherellate il fondo. Aggiungete la confettura ed appiattitela con l'ausilio di un cucchiaio. 

Con il terzo dell'impasto che avete messo da parte, potete ricavare le strisce. O se preferite farne dei buonissimi biscotti.

Infornate per 25-30 min a 180 gradi.

Servite a temperatura ambiente non troppo calda.


Rose in sfoglia di mele e cannella

Rose in sfoglia di mele e cannella

Ingredienti:

- un foglio di pasta sfoglia brisee 

- 3 mele

- cannella

- zucchero a velo

- limone

Procedimento:

Stendete il foglio di sfoglia e ricavate delle strisce verticali che avranno il lato corto di circa 3 cm.

Tagliate le mele a spicchi lasciando la buccia e privandole dei semi.

Tagliate ogni spicchio a fettine molto sottili.

Condite le fettine di mela con cannella e limone. Ricoprite in tutta la loro lunghezza per metà della superficie le strisce di pasta sfoglia con le fettine di mela e arrotolatele creando delle rose. La parte curva della mela dovrà rimanere esterna alla sfoglia.

Inserite le rose in uno stampo da muffin precedentemente oliato con uno scottex imbevuto di olio di semi. 

Infornate a forno preriscaldato per 20-25 min a 180 gradi. Servite con una spolverata di zucchero a velo. 


Crostata con frolla al cacao amaro farcita con ricotta, mirtilli, lamponi e nocciole

Crostata con frolla al cacao amaro farcita con ricotta, mirtilli, lamponi e nocciole

Per i miei 36 anni ho deciso di festeggiare preparando una torta che somigliasse un po’ a me: fresca, naturale e colorata. Ho utilizzato frutta fresca e scelto un impasto per la frolla senza burro, senza uova e con farine integrali.

Ingredienti per la frolla:

- 120 g di farina integrale

- 130 g di farina di farro integrale

- 50 g zucchero di canna

- 70 ml di acqua

- 60 ml olio di girasole

- 15 g di cacao amaro in polvere

- cannella qb

- un pizzico di sale

Ingredienti per la farcia:

- 250 g di ricotta fresca vaccina

- 2 cucchiai di zucchero di canna fino

- 125 g di mirtilli

- 125 g di lamponi

- 100 g di nocciole

- una foglia di menta al centro per guarnire

Procedimento:

In una ciotola mescolate l’acqua, l’olio e lo zucchero di canna. Aggiungete le farine, la cannella, il cacao, il lievito setacciati e un pizzico di sale. Trasferite gli ingredienti su una spianatoia infarinata. Appena avrete ottenuto un panetto di impasto omogeneo, lasciatelo riposare in frigo per mezz’ora coperto dalla pellicola trasparente per alimenti. Trascorso il tempo trasferite l’impasto su un piano infarinato e stendetelo con il mattarello. Poiché si tratta di un impasto vegano potrebbe risultare poco elastico. In questo caso bagnate l’impasto con un po’ di acqua tiepida. Oliate e infarinate uno stampo possibilmente a cerniera, del diametro di 18-20 cm. Trasferite la frolla nello stampo e bucherellate con una forchetta il fondo.

Per la farcia mischiate con una forchetta la ricotta e due cucchiai di zucchero di canna. Poi trasferite il composto nello stampo ed appiattitelo per renderlo liscio e compatto.

Infornate a 180 gradi per trenta minuti in forno preriscaldato. Terminata la cottura, lasciate raffreddare la crostata prima a temperatura ambiente e successivamente un’ora in frigo. Adesso potrete aggiungere i mirtilli, i lamponi e le nocciole. Ponete al centro due foglie di menta. Io prediligo una versione più naturale possibile ma se preferite un po’ più di golosità, spolverate la frutta con zucchero a velo.


I Juffles. Gli spuntini dei surfisti.

I Juffles. Gli spuntini dei surfisti

Da sempre appena posso, amo viaggiare. Ma forse il paese che ho più degli altri nel cuore, è Bali. É qui che scoperto i Juffles. I mitici spuntini dolci da spiaggia ripieni di cocco, banana e miele. I balinesi dopo averli farciti, li pressano come fossero dei waffles. Io però non ho la piastra che hanno loro, quindi con gli strumenti che ho a disposizione, ho voluto ricreare la mia versione di juffles, personalizzandoli con farina integrale e con l'aggiunta di yogurt. I surfisti vanno pazzi per i Juffles. Se ne inghiottiscono 5-6 alla volta in pochi secondi, come i cartoni animati giapponesi, buttandoli giù con un frullato di avocado. Poi prendono la loro tavola da surf sotto braccio e correndo si buttano in acqua, alla ricerca dell'onda perfetta.

Ingredienti: 

- 220 g di farina integrale 

- 350 ml di latte di Cocco

- 30 g zucchero di canna fino 

- un pizzico di sale

-  mezzo cucchiaino di lievito per dolci bio

- Cocco in polvere

- due banane

- cannella qb

- chips di cocco

- 250 ml yogurt magro

- miele

Procedimento:

Sbattete con una frusta in una ciotola la farina, con il latte, il lievito, la cannella, lo zucchero e un pizzico di sale finché non otterrete un composto liscio e senza grumi. Nel frattempo scaldate una padella antiaderente e con uno scottex bagnato con un goccio di olio ungetela. Versate l'impasto raccolto con il mestolo nella padella calda e appena inizieranno a formarsi le bollicine in superficie, girate pure dall'altro lato. 

Io ho usato una padella quadrata per poi ricavarne dei triangoli ma potete anche ricavarli da una padella grande tonda. In questo caso verrà una crêpes tonda che dovrete tagliare in quattro spicchi triangolari. Mettete il primo triangolo su un piatto. Tagliate a rondelle due banane e mischiatele con lo yogurt. Adesso fate un primo strato di impasto cremoso di yogurt e banane, spolverate il cocco in polvere e continuate terminando con quattro strati complessivi.

Quindi, ripetendo in sequenza:

1. Triangolo di impasto

2. Yogurt e banane a rondelle

3. Polvere di cocco

Una volta terminati i quattro strati, sull'ultimo fate dei fili decorativi con lo yogurt e con il miele.

Aggiungete in cima le chips di cocco. 

Ripeto, questa ricetta è la mia rivisitazione personale dei Juffles. La ricetta originale prevede, anziché un impasto leggero simile a quello di una crêpes, dei toast dolci pressati.


Pancakes al farro con frutti di bosco e chips di cocco

Pancakes al farro con frutti di bosco e chips di cocco

Fino a qualche settimana fa, il giorno dei Pancakes a colazione era la domenica. Adesso si è aggiunto anche il sabato.

Ingredienti per 20 Pancakes:

- 220 g di farina di farro

- 350 ml di latte di cocco

- 30 g zucchero di canna fino 

- sciroppo d'acero

- mezzo cucchiaino di lievito per dolci bio 

- un cucchiaino di cannella

- 15 mirtilli

- 10 lamponi

- una confezione di chips di cocco

Procedimento:

Sbattete con una frusta in una ciotola la farina, con il latte, il lievito, lo zucchero e la cannella finché non otterrete un composto liscio e senza grumi. Nel frattempo scaldate una padella antiaderente e con uno scottex bagnato con un goccio di olio ungetela. I Pancakes dovranno avere la grandezza circa del vostro palmo. Un mestolo scarso di impasto sarà più che sufficiente. Versate l'impasto raccolto con il mestolo nella padella calda e appena inizieranno a formarsi le bollicine in superficie, aggiungete facendo pressione la frutta a pezzetti e girate rapidamente il vostro Pancake per cuocere da entrambi i lati.

Servite caldi con lo sciroppo d'acero. 

Potete mettere la frutta che più preferite, come banane, fichi, mele ... non date limiti alla vostra fantasia.


Yogurt magro in barattolo con biscotti integrali, fiocchi di avena, chips di cocco e semi di zucca

Yogurt magro in barattolo con biscotti integrali, fiocchi di avena, chips di cocco e semi di zucca

Ogni tanto mio marito o mio figlio all'ora di colazione, vanno in cucina, aprono la credenza e la guardano perplessi e indecisi per alcuni minuti. Vengono da me e mi dicono "Ho guardato in cucina, ma non ho trovato niente che mi attiri per colazione." Poi mi guardano dritto negli occhi e tirano fuori il loro sorriso di sfida e dicono: "Stupiscimi". A quel punto parte la sfida. Con gli ingredienti che trovo devo riuscire a sorprenderli. E ogni volta si alza sempre di più l'asticella di difficoltà. Questa è la ricetta che ho tirato fuori con pochi biscotti integrali, yogurt magro e fiocchi di avena.

Potete servirla in un bicchiere, una tazza o un barattolo di miele. Io adoro i barattoli in vetro per servire dessert, centrifughe o vellutate. Li trovate anche da Ikea ad un costo bassissimo. 

Ingredienti per due barattoli:

- un vasetto di yogurt magro del gusto che preferite

-  100 g di fiocchi di avena

- 10 g di chips di cocco

- qualche seme di zucca 

- 4 biscotti integrali

- una tazza di latte di cocco (o quello che preferite)

Procedimento:

Bagnate i biscotti integrali con il latte di cocco affinché si ammorbidiscano.

Prendete il primo biscotto e ponetelo sul fondo del barattolo per fare il primo strato di base. Schiacciatelo bene al centro affinché i bordi siano pressati sul vetro altrimenti lo yogurt lo andrà a coprire e perderete il fatto di vedere ogni singolo strato dal barattolo di vetro. Aggiungete alla base biscottata due cucchiai di yogurt, a seguire due cucchiai di fiocchi di avena e qualche seme di zucca. Adesso proseguite con un ulteriore strato di biscotto, yogurt, fiocchi di avena e semi di zucca. Infine spargete una manciata di chips di cocco. 

Lasciate raffreddare e compattare per almeno un'ora in frigo.

Questa colazione lascerà chiunque a bocca aperta. 

E poi rappresenta in pieno ciò che io cerco in ogni piatto che preparo: il massimo della golosità con il minimo delle calorie.  


Plumcake integrale con cuore caldo di albicocche e amaretti

Plumcake integrale con cuore caldo di albicocche e amaretti

La nostra casa seppur piccina, è da sempre aperta più che volentieri a tutti gli amici dei nostri figli. Avendo quindi, la casa sempre piena di tanti bambini, non può mai mancare un plumcake o un ciambellone per merenda. Questa versione con farina integrale, albicocche e amaretti farà impazzire anche le mamme e i papà. Quando arriveranno in casa vostra prima di cena a prendere i figli e vedranno il vostro plumcake, non resisteranno e ve ne chiederanno sicuramente "un assaggino piccolo" seguito da immediato bis.

Grandi e piccini saranno stregati dal contrasto tra la morbidezza aspra dell'albicocca sciroppata e la dolcezza croccante dell'amaretto.

 

Ingredienti:

- 170 g di farina integrale

- 2 uova intere

- 100 g zucchero di canna

- 125 ml di yogurt (io ne ho messo uno magro d'orzo)

- 50 ml olio di semi di girasole 

- mezza bustina di lievito in polvere

- un barattolo di albicocche sciroppate

- 6 amaretti

Procedimento:

Montate prima le uova con lo zucchero per almeno cinque minuti finché il composto risulterà morbido ed omogeneo. Aggiungete successivamente il vasetto di yogurt. Una volta amalgamato l'impasto, potete passare ad aggiungere gli ingredienti secchi e quindi la farina integrale e il lievito setacciati. Aggiungeteli poco per volta e continuate a montare con la frusta. Una volta pronto l'impasto, potete riporlo e prendere il barattolo con le albicocche sciroppate. Scolatele tenendo da parte il liquido che aggiungerete all'impasto prima di aggiungere le albicocche.

Tagliate le albicocche a striscioline sottili o se preferite lasciatele anche intere (eviterei le mezze misure). Aggiungete le albicocche all'impasto mischiando con un cucchiaio in legno o silicone. Adesso potreste versare il vostro impasto in uno stampo per plumcake, in quello classico da ciambellone o in uno tondo da 18-20 cm di diametro.

Infornate per 45-50 min a 170 gradi.

Gli amaretti andranno sbriciolati grossolanamente sopra una volta che il plumcake avrà terminato la cottura. Potete anche decidere di sbriciolarli su ogni singola fetta che servite. 

Io sono molto mattiniera e mi piace svegliarmi presto per servirlo caldo a colazione ma anche il giorno dopo freddo sarà buonissimo.


Pancakes integrali con frutta fresca

Pancakes integrali con fragole banane e miele

La domenica senza Pancakes da noi non è domenica. Ho tutto il tempo per svegliarmi, preparare l'impasto e far in modo che mio marito e i bambini siano svegliati dal profumo dei Pancakes e del caffè. In questa ricetta potete decidere di aggiungere il latte vaccino o vegetale (versione vegan) in base ai vostri gusti personali.

Ingredienti per 20 Pancakes: 

- 220 g di farina integrale 

- 350 ml di latte di avena (qualsiasi latte vaccino o vegetale può essere adattato)

- 30 g zucchero a velo integrale

- 2 cucchiai di miele 

- mezzo cucchiaino di lievito per dolci bio

- 2 banane

- 250 g di fragole

Procedimento:

Sbattete con una frusta in una ciotola la farina, con il latte, il lievito, lo zucchero finché non otterrete un composto liscio e senza grumi. Nel frattempo scaldate una padella antiaderente e con uno scottex bagnato con un goccio di olio ungetela. I Pancakes dovranno avere la grandezza circa del vostro palmo. Un mestolo scarso di impasto sarà più che sufficiente. Versate l'impasto raccolto con il mestolo nella padella calda e appena inizieranno a formarsi le bollicine in superficie, girate pure il vostro Pancake. Io adoro servirli uno sopra l'altro aggiungendo la frutta ad ogni strato e il miele in cima, creando un effetto torre di Pisa (non saranno mai perfettamente dritti).

Se volete una versione più golosa potete aggiungere lo sciroppo d'acero al posto del miele e alla fine spolverare con zucchero a velo. Mentre per una versione ultra light potete mettere al posto del miele lo yogurt magro.

Buona domenica a tutti voi!


Crumble integrale Cocco e nocciole

Crumble integrale Cocco e nocciole

Cosa ci può essere di più gustoso che iniziare la giornata con una colazione croccante e leggera? Questo cramble è talmente buono che non vi durerà più di 24 ore.

Ingredienti: 

- 150 g farina integrale

- 50 g Cocco grattuggiato

- 50 g zucchero di canna

- 15 g miele

- 60 ml olio di mais o girasole

- una punta di lievito per dolci

- 100 g di nocciole

Procedimento:

Mettete in ammollo le nocciole per 20 minuti.

Successivamente scolatele, asciugatele e frullatele nel mix.

Una volta che le nocciole sono frullate, aggiungere nel mix tutti gli altri ingredienti, fino ad ottenere un impasto sabbioso.

Versate l'impasto ottenuto su una teglia e infornare (girando di tanto in tanto) a 180 gradi per 20 min.

Si conserva per un mese o anche più in una scatola di biscotti.

Ma a noi non dura più di 24 ore!

Buonissimo al mattino accompagnato da yogurt magro naturale e frutta fresca o latte.

Provare per credere.