Pane

Se impasterete il pane insieme ai vostri bimbi, sarà ancora più buono. Garantito.

Pane integrale con semi misti e noci

Pane integrale con semi misti e noci

Cosa può esserci più buono del sapore del buon pane caldo appena sfornato? Io credo che il profumo così avvolgente sia ancora meglio, ti rapisce inaspettatamente e ti fa sentire subito a casa.

Cercate di prediligere sempre le farine integrali o almeno semintegrali. Anche per quanto riguarda la pasta. Gli alimenti integrali contengono la crusca e sono ricchissimi di fibre al contrario degli alimenti che utilizzano la farina 00 che è molto trattata, elaborata e privata di ogni beneficio. Anche per i bambini è l'ideale, cercate di abituarli iniziando magari da una farina di tipo 2, che può considerarsi una semintegrale. Tenete conto che le farine utilizzate in commercio vanno dalla 00 - 0 - 1 - 2 per poi passare alle integrali. Più sono vicine allo 0 e più sono raffinate e private delle fibre, viene lasciato solo l’amido e quindi gli zuccheri. Per quanto mi riguarda, sono sicuramente da evitare. Meglio passare direttamente alle integrali e alle relative varianti (grano saraceno, farro, ecc...) o appunto ad una semintegrale di tipo 2 che è comunque un buon compromesso.

Procedimento (Per 1 kg di pane circa)

Preparare prima il cosiddetto "lievitino":

- 100 g di farina integrale

- 100 ml acqua tiepida

- 12 g di lievito di birra fresco (mezzo panetto)

- un pizzico di zucchero

Come prima cosa sciogliete il lievito nell'acqua tiepida con lo zucchero. Una volta che si è sciolto bene aggiungete piano piano la farina girando con un cucchiaio o forchetta in legno. A questo punto coprite l'impasto con un panno pulito e lasciate riposare un'ora in un luogo asciutto e caldo. L'ideale è in forno spento con la luce accesa. 

Passata l'ora, riprendete il vostro "lievitino" che nel frattempo sarà raddoppiato di volume. Trasferitelo in una ciotola grande (possibilmente quella in acciaio della planetaria o se preferite fate tutto a mano) e aggiungete:

- 400 g di farina (tutta integrale o potete mischiare anche quella di farro e di grano saraceno basta che complessivamente raggiungete 400 g)

- 10 g di sale

- 2 cucchiai di olio extravergine 

- 200 ml di acqua tiepida

Io a questo punto metto tutti gli ingredienti nella planetaria, inserisco il gancio ad uncino per il pane ed aziono a velocità medio alta per almeno 5 minuti, finché l'impasto non si sarà staccato dai margini e come si dice in gergo, si sarà incordato al gancio. Se lo vedete troppo appiccicoso aggiungete un pochino di olio sulle mani o sui bordi della planetaria e continuate ad impastare.

Lasciate riposare per altre tre ore. Coprite sempre l'impasto con un panno pulito, mettendolo in forno spento con luce accesa. 

Trascorse le tre ore potete versare l’impasto su un piano infarinato e sbizzarrirvi dando la forma che preferite al vostro pane. Potete stenderlo e dividere il vostro impasto formando dei panini tondi o allungati tipo baguette, o ancora fare delle trecce o mettere l'impasto in uno stampo da plumcake. Questo è anche il momento di decidere cosa inserire eventualmente all’interno. Potete aggiungere dei semi misti, noci, frutta secca e quant'altro. Io solitamente stendo l'impasto e lo divido in tre fasce allungate. Aggiungo all’interno i semi di zucca, di lino e girasole, facendo pressione. Aggiungo le noci. Metto tutto all'interno di ogni fascia. Poi stendo le tre fasce una accanto all'altra e formo un treccione. Infine sopra spolvero con altri semi.

Una volta che avete scelto la vostra forma e aggiunto semi e frutta secca, lasciate riposare il pane  sulla teglia con carta da forno e copritelo nuovamente con un panno pulito. Attendete un'altra ora e lasciatelo lievitare ulteriormente. Se fate la treccia lasciatela morbida e non troppo stretta così da permettergli di lievitare e raddoppiare di volume comodamente.

Trascorsa l'ora potete finalmente infornare il vostro pane. Il forno deve essere già bello caldo. Basteranno 25-30 minuti con temperatura a 200 gradi.

Non appena sarà pronto sentirete che delizia e come sarà croccante. Sono convinta che dal momento in cui lo proverete, andrete molto meno al forno, perché saprete che buono così non lo troverete da nessuna parte.

Potete anche congelarlo. Non perderà assolutamente la fragranza.