Ricette di Natale

Crumble di nocciole, mandorle e noci con chips di cocco e fiocchi di avena

Crumble di nocciole, mandorle e noci con chips di cocco e fiocchi di avena

Questo crumble è davvero strepitoso sullo yogurt greco o su qualsiasi altro yogurt. Per non parlare di quanto rimane croccante con il latte freddo. Inoltre è molto gradito riposto in un barattolo come piccolo omaggio per le persone a cui volete bene. 

Con gli ingredienti che riporto riuscirete a riempire 4 barattoli di medie dimensioni.

Ingredienti:

- 100 g di farina integrale

- 100 g di farina di farro

- 70 ml di olio di girasole

- 50 g di zucchero integrale di canna

- 15 g di malto di riso o miele

- una punta di bicarbonato

- 100 g frutta secca mista (noci, mandorle e nocciole)

- 30 g di chips di cocco

 - 100 g di fiocchi di avena

 

Procedimento:

Mischiare le due farine, lo zucchero e il bicarbonato.

Unite anche gli ingredienti liquidi un pò per volta.

Iniziate prima con l'olio e a seguire il malto.

Mischiate finchè non otterete un composto omogeneo.

Aggiungete la frutta secca mista.

Versate l'impasto ottenuto, che avrà una consistenza sabbiosa, direttamente sulla teglia rivestita da carta da forno.

Lasciate cuocere per 15 minuti a 180 gradi girando di tanto in tanto.

Togliete dal forno e fate raffreddare.

La consistenza sarà di briciole grandi e croccanti.

Una volta che avranno perso calore, mischiatele insieme alle chips di cocco ed ai fiocchi di avena.

Conservate in barattoli di vetro.

Sono deliziosi per colazione con lo yogurt e frutta fresca.


Biscotti di farina di kamut, castagne e grano saraceno con miele, zenzero e cannella

Biscotti di farina di kamut, castagne e grano saraceno con miele, zenzero e cannella

Natale è alle porte, è il momento in casa di sfornare vagonate di biscotti per amici e parenti.

Ingredienti per 15 biscotti:

- 120 g di farina di castagne

- 100 g di farina di kamut

- 50 g di farina di grano saraceno

- un cucchiaino di zenzero 

- due cucchiaini di cannella

- un cucchiaino di lievito per dolci bio

- 2 cucchiai di miele

- 1 cucchiaino di sciroppo d'acero

- 60 g di zucchero di canna integrale

- 60 ml di latte di riso

- 70 ml di olio di girasole

Procedimento: 

Mischiate le tre farine, la cannella, lo zenzero, il lievito e lo zucchero di canna.

Mescolate bene gli ingredienti secchi con un cucchiaio di legno.

Unite i 2 cucchiai di miele e lo sciroppo d'acero.

Aggiungete l'olio di girasole a filo.

Unite pian piano il latte di riso, attendendo di volta in volta il completo assorbimento. Continuate a mischiare ed accertatevi che tutti gli ingredienti si siano amalgamati.

Prendete l'impasto e iniziate a lavorarlo su un piano infarinato fino ad ottenere un panetto morbido.

Fate riposare in frigo per almeno un'ora ricoperto da cellophane.

Terminato il tempo di riposo, stendete l'impasto su un piano infarinato ed iniziate a ricavare i biscotti. Lo spessore deve essere circa di 4 mm.

Io ho usato degli stampini natalizi e ho messo un cordoncino per appenderli.

Per il buchino aiutatevi con una cannuccia.

Infornate a forno preriscaldato a 180 gradi.

Girate i biscotti dopo 10 minuti esatti e proseguite la cottura per altri 5 minuti.

Sfornate e fate raffreddare prima di servire.

Sono molto graditi come omaggio di Natale per parenti ed amici per essere appesi sull'albero.


Pancakes di castagne, cacao, orzo, zenzero e cannella

Pancakes di castagne, cacao, orzo, zenzero e cannella

Mi rendo sempre più conto che da quando sono mamma, amo vivermi il Natale molto più di quanto potessi fare da bambina.

E che il fatto di cercare di rendere questa festa indimenticabile per i propri figli, ti consente di guardare il mondo con i loro occhi e vivere le piccole emozioni con il loro cuore.

Stamane mi sono svegliata, con l'idea di preparare una colazione che trasmettesse la mia passione per il Natale sia dal punto di vista estetico che come sapore.

Volevo che visivamente di primo impatto trasmettesse il senso di calore e familiarità proprio come può trasmetterlo un piccolo paesino di montagna coperto dalla neve, illuminato solo da qualche candela, la notte della Vigilia.

Come sapore volevo che al primo assaggio riportasse ai sapori inconfondibili dei biscotti speziati scandinavi. Con profumi decisi di zenzero e cannella e dal gusto forte e accogliente che può dare l'orzo e il cioccolato.

Ho deciso di lasciarmi trasportare dalle canzoni di Natale e al ritmo di Jingle Bell Rock, questo è quello che ne è uscito fuori. 

Ingredienti per 20 Pancakes:

- 150 grammi di farina di castagne

- 100 grammi di farina integrale

- 60 grammi di zucchero integrale di canna

- 350 grammi di latte di riso

- 20 grammi di cacao amaro

- un cucchiaio di orzo in polvere

- un cucchiaino di lievito per dolci

- un cucchiaino di cannella

- un cucchiaino di zenzero

- un pizzico di sale

- zucchero a velo

Preparazione: 

In una ciotola mischiate la farina di castagne e la farina integrale setacciata.

Aggiungete il lievito bio, la cannella, lo zenzero, il cacao amaro, lo zucchero integrale di canna e un pizzico di sale.

Mescolate bene gli ingredienti secchi.

Mettete a scaldare il latte vegetale in un pentolino. Appena sarà caldo versate un cucchiaio di orzo e girate velocemente per sciogliere l'orzo finchè non ci saranno grumi.

Unite il latte caldo di orzo agli ingredienti secchi nella ciotola.

Mischiate a mano con una frusta fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Mettete a scaldare una padella antiaderente sul fuoco.

Strofinate sul fondo uno scottex imbevuto di olio di semi per far sì che l'impasto non si attacchi.

Versate con l'aiuto di un mestolo l'impasto al centro della padella calda.

Il pancake dovrà avere le dimensioni circa del vostro palmo della mano.

Appena si andranno a formare le bollicine in superficie, girate per cuocere da ambedue i lati.

Vi verranno circa 20 pancakes.

Potete anche congelare in parte l'impasto se credete di non utilizzarlo tutto o tenerlo in frigo per un paio di giorni.

Le casette presenti nella foto, in cima alla pila di pancakes, si possono ricavare da uno dei vostri pancake. Basta tagliarle con un coltello e posizionarle vicine in modo che restino in piedi. Se per caso avete del rosmarino in casa, potete inserire dei rametti rovesciati nella composizione. Saranno dei magnifici abeti.

Servite i pancakes con una nevicata di zucchero a velo.


Pepparkakor Vegan. Biscotti svedesi allo zenzero

Pepparkakor Vegan. Biscotti svedesi allo zenzero

Io sono una grande appassionata di tutto ciò che è nord europeo. Stimo moltissimo le donne nordiche e trovo da sempre che abbiano una marcia in più. In più adoro il loro design, lo stile con il quale arredano la casa, i colori con i quali vestono i bambini e soprattutto la loro filosofia di vita. Quando sono andata a Stoccolma sono rimasta conquistata dalla natura selvaggia che abbraccia una delle capitali europee più moderne e all’avanguardia e di come progresso e rispetto per le tradizioni riescano a convivere così armonicamente. Un’altra cosa che ha colpito invece le mie papille gustative sono i loro biscottini speziati allo zenzero, cannella e chiodi di garofano di ogni forma e misura. Ladies and Gentlemen ecco i Papparkakor nella mia versione Vegan.

Ingredienti per 10 biscotti grandi:

- 250 g di farina di farro

- 1 cucchiaino di cannella

- mezzo cucchiaino di zenzero

- mezzo cucchiaino di noce moscata

- 10 chiodi di garofano

- un pizzico di pepe nero

- un cucchiaino raso di bicarbonato

- un pizzico di sale

- 2 cucchiaini di sciroppo d’acero

- 6 cucchiai di acqua fredda 

- 70 ml di olio di girasole

- 2 cucchiai di miele

Procedimento:

Iniziate a mischiare gli ingredienti secchi. Quindi aggiungete alla farina setacciata, la cannella, i chiodi di garofano schiacciati, la noce moscata, lo zenzero, sale pepe e il bicarbonato.

Unite adesso gli ingredienti liquidi mescolando con un cucchiaio di legno o con la planetaria. 

Aggiungete lo sciroppo d’acero, il miele e l’acqua fredda.

Impastaste manualmente finché non otterrete un impasto omogeneo.

Se risulta troppo secco aggiungete un po’ di acqua, altrimenti in caso contrario aggiungete la farina.

Lasciate riposare l’impasto almeno un’ora in frigo.

Una volta trascorso il tempo, stendete l’impasto su un ripiano infarinato e ricavate i biscotti con l’ausilio di alcuni stampini. I biscotti dovranno avere uno spessore di 3-4 mm.

Infornate 15-20 minuti a 180 gradi. Girate a metà cottura, cercando di non perderli di vista. Non ve lo perdoneranno e si bruceranno prima che ve ne possiate accorgere. 

Appena avranno terminato la cottura, attendete che si raffreddino per spolverare con zucchero a velo o se preferite decorando con della ghiaccia. 

Si conservano in un barattolo fino ad una settimana. Se prenderete un barattolo di vetro mettendo sul fondo del cocco in scaglie darete un effetto di nevicata natalizia che li renderà ancora più irresistibili.


Cantucci Vegan integrali con bacche di goji, mandorle e nocciole

Cantucci Vegan integrali con bacche di goji, mandorle e nocciole

Ingredienti per 12 cantucci:

- 150 g di farina integrale

- 50 g di farina di cocco

- 60 g di nocciole

.- 50 g di bacche di goji

- 30 g di mandorle

- 30 g di zucchero integrale di canna

- 2 cucchiaini di lievito bio per dolci

- 6 cucchiai di acqua fredda

Procedimento;

In una terrina, versate la farina integrale, la farina di cocco, il lievito e lo zucchero di canna e amalgamate gli ingredienti.

Aggiungete gradualmente l'acqua fredda, attendendo passo passo il completo assorbimento.

Aggiungete le mandorle, le nocciole e le bacche di goji.

Girate l'impasto manualmente e formate un filoncino.

Schiacciatelo bene, pressandolo affinchè risulti compatto.

Adagiate il filoncino sulla carta da forno che andrà a rivestire la teglia.

Infornate per per 15 minuti a 180 gradi.

Sfornate i biscotti lasciando il forno acceso.

Tagliate il filoncino caldo con un coltello seghettato, dando attraverso tagli trasversali la forma dei tipici cantucci (vedi immagine sotto).

Infornate nuovamente i biscotti per altri 5 minuti per lato.

Terminati gli ultimi 10 minuti di cottura, sfornate.

Attendete che si siano raffreddati, prima di servire.

 


Packaging

Packaging di Natale

Quest’anno ho pensato di regalare per Natale a parenti ed amici biscotti e cioccolatini natalizi curando anche l’aspetto legato al packaging. Ho utilizzato sacchetti di carta da pacchi disegnando a penna temi nordici a cui poi saranno aggiunti all’ultimo, elementi naturali come legno, rametti di abete, pigne, sughero,  stecche di cannella e spago.

Bastano dei sacchetti di carta e una penna. Niente può fermare la vostra fantasia.

Parenti ed amici, ma soprattutto chi vi vuole bene, preferirà ricevere qualcosa fatto interamente con le vostre mani che acquistato in un negozio.

In questo caso specifico, sia il contenuto e quindi i biscotti o cioccolatini, che il contenitore e quindi la cura e personalizzazione del packaging sarà fatto interamente da voi.

Ogni elemento naturale che potete trovare passeggiando in un parco può essere un elemento decorativo della vostra composizione. Guardate attorno a voi da una diversa prospettiva e certamente troverete qualcosa di interessante che potrà fare al caso vostro.


Plumcake integrale al cocco e cioccolato con sorpresa

Plumcake integrale al cocco e cioccolato con sorpresa

Questo dolce vi porterà via un po' di tempo, ma tutto ciò che è bello, vale la pena di essere atteso.

Non appena inizierete a tagliare la prima fetta, gli sguardi di stupore ed incanto dei vostri ospiti ma soprattutto dei bambini, vi ripagheranno di ogni sforzo. 

Ingredienti per l'albero di cioccolato;

- 100 grammi di farina integrale

- 70 grammi di farina di grano saraceno

- 25 g di cacao amaro

- 2 uova bio

- una spolverata di cannella in polvere

- 70 grammi di zucchero di canna integrale

- 125 g di yogurt magro

- 2 cucchiaini rasi di lievito per dolci bio

- 50 ml di olio di girasole

Ingredienti per Plumcake al cocco:

- 150 grammi di farina di farro

- 70 grammi di farina integrale

- 50 grammi di farina di cocco

- 90 ml di latte di riso

- 80 grammi di zucchero integrale di canna

- 50 ml di olio di girasole

- 2 uova bio

- 125 ml di yogurt magro

- una bustina di lievito per dolci bio

- una manciata di chips di cocco

- zucchero a velo qb

Procedimento:

Prendete una ciotola ed iniziate ad inserire gli ingredienti secchi. Aggiungete alle farine e al cacao amaro setacciato, il lievito, la cannella e lo zucchero di canna integrale. Unite gli ingredienti liquidi un pò per volta, attendendo il completo assorbimento prima di andare avanti.

Mescolate quindi con un cucchiaio di legno o in una planetaria, le uova, lo yogurt e l'olio di girasole.

Non appena l'impasto sarà amalgamato, stendetelo su una teglia larga con carta da forno.

Con un cucchiaio cercate di appiattirlo e stenderlo il più possibile, affinchè in tutti i punti raggiunga lo stesso spessore che dovrà essere circa di 1,5 - 2 cm.

Infornate in forno preriscaldato a 180 gradi per 20 minuti.

Controllate la cottura con uno stecchino di legno. Se ritorna su bagnato di impasto, dovrete ancora attendere.

Una volta terminata la cottura dell'impasto al cioccolato, attendete che si raffreddi per bene.

Successivamente con uno stampo per biscotti iniziate a ricavare tanti alberelli. Naturalmente potrete scegliere la forma che preferite, ma tenete conto che più sarà semplice la forma e più sarà facile la riuscita. Provate con un albero o con una una stella. Eviterei renne e fiocchi di neve come primo tentativo.

Tenete da parte gli alberelli ritagliati e passate al secondo impasto.

Iniziate come sempre dagli ingredienti secchi.

In una ciotola quindi unite farina di farro, la farina di cocco e farina integrale.

Aggiungete lo zucchero di canna, la bustina di lievito bio e mischiate per renderlo omogeneo in modo uniforme.

Adesso potete inserire i liquidi, sempre un pò per volta e attendendo pazientemente  il completo assorbimento di ogni ingrediente.

Iniziate con le uova, a seguire il latte di riso, lo yogurt e l'olio vegetale.

State ancora a metà dell'opera, ma se siete arrivati a questo punto, non fermatevi, proseguiamo insieme passo passo.

Mischate tutti gli ingredienti finchè non otterrete un impasto cremoso.

Prendete uno stampo da plumcake e ricopritelo con carta da forno, ritagliando i margini di carta che eccedono.

Versate metà impasto di cocco.

Adesso con grande pazienza e delicatezza, aggiungete in fila uno per uno gli alberelli, partendo da un margine dello stampo per plumcake per arrivare a quello opposto.

Se vi avanza qualche alberello, potete aggiungerlo in superficie gli ultimi 5 minuti di cottura.

A me, ne è avanzato uno solo, ma se vi avanzassero di più potreste creare in superficie un maglifico bosco innevato.

Non appena avrete terminato di mettere in fila stretti stretti gli alberelli, ricoprite il tutto con l'altra metà dell'impasto andando a nascondere completamente gli alberi.

Aiutatevi guardando la foto in basso per comprendere al meglio il procedimento per ogni step.

Infornate per 40 minuti a 180 gradi.

Se volete, ricordatevi gli ultimi 5 minuti di aggiungere eventuali alberi rimasti in superficie.

Terminati i tempi di cottura lasciare raffreddare.

Una volta che il plumcake ha perso calore, potrete spolverare con zucchero a velo e chips di cocco dando effetto nevicata.

Se provate questa ricetta (o altre del sito), mi farebbe un enorme piacere ricevere le vostre foto e i vostri commenti su bibicoricette@gmail.com, o taggandomi su instagram @bibicoricette. 

Sarebbe un graditissimo regalo di Natale.

Buone feste a tutti voi!


Brunkager Vegan. Biscotti danesi di Natale

Brunkager Vegan. Biscotti danesi di Natale

Anne, una mia cara amica danese mi ha consigliato qualche giorno fa, di provare a fare i loro tipici biscotti natalizi.

Hanno quel sapore inconfondibile di zenzero e cannella che troviamo negli irresistibili dolci del nord Europa e in più i Brunkager nella loro ricetta originale hanno al loro interno mandorle e pistacchi.

Io non mi sono attenuta alla loro ricetta classica.

Tendo infatti a non usare il burro e preferisco prendere spunto da una ricetta per poi personalizzarla rendendola il più possibile leggera e naturale e quindi più vicina ai dolci vegani.

Non perchè io sia Vegana, anche perchè non lo sono e amo mangiare di tutto, ma i dolci vegani prediligono le farine integrali e l'utilizzo di grassi vegetali piuttosto che animali, limitando il consumo di zuccheri e uova e quindi li trovo più vicini alle mie corde e ai miei gusti.

Non è stato facile in questo caso mettere a punto queste variazioni.

Desideravo rispettare il più possibile il sapore autentico, ma volevo sostituire gran parte degli ingredienti senza stravolgere troppo il gusto originale.

Ho dovuto fare diversi tentativi anche perchè sia la farina bianca che il burro, riescono a legare molto meglio i vari ingredienti tra loro, rendendo qualsiasi tipo di impasto più elastico e facile da lavorare rispetto ad un impasto Vegan.

Riuscire ad ideare e centrare una ricetta dolce Vegan non è affatto semplice. Bisogna sempre fare diversi tentativi prima di arrivare all'obiettivo finale.

Devo ammettere che non li conoscevo questi deliziosi biscottini. Li ho assaggiati per la prima volta oggi, ancora caldi e sinceramente hanno scalato la vetta dei miei biscotti preferiti aggiudicandosi il primo posto.

Sono sempre andata matta per i biscotti scandinavi speziati con zenzero, cannella e chiodi di garofano ma con una nota così croccante data dalla frutta secca sono davvero super.

Quindi colgo l'occasione per ringraziare nuovamente la mia amica Anne di Copenaghen per avermeli fatti scoprire!

Ingredienti:

- 90 ml olio di semi di girasole

- 60 g di zucchero integrale di canna

- 100 ml di sciroppo d'acero

- 200 g di farina integrale

- 200 g di farina di farro

- 2 cucchiani di zenzero

- 3 cucchiaini di cannella

- 2 cucchiaini di chiodi di garofano

- 100 g di pistacchi

- 50 g di pistacchi

- 50 g di nocciole

- 2 cucchiaini di bicarbonato di soda

Procedimento:

Prendete un pentolino e mettete a scaldare l'olio di semi di girasole con lo zucchero e lo sciroppo d'acero.

Attendete il bollore, girando di tanto in tanto. Non appena bolle spegnete il fuoco e tenete da parte il pentolino.

Prendete due ciotole, una piccola ed una più grande.

Nella prima, sciogliete il bicarbonato con due cucchiai di acqua fredda.

Nella grande, invece, mischiate la farina di farro, la farina integrale, la cannella, i chiodi di garofano, e lo zenzero.

Mischiate bene gli ingredienti secchi.

Aggiungete pistacchi, mandorle e nocciole.

Adesso prendete il pentolino messo da parte a fuoco spento e versate il liquido caldo di sciroppo, olio e zucchero di canna direttamente nella ciotola con le farine e la frutta secca.

Unite anche l'acqua con il bicarbonato.

Mischiate energicamente tutti gli elementi finchè non otterrete un impasto compatto ed omogeneo.

Non deve risultare cremoso ma piuttosto solido.

Versate l'impasto in una teglia rivestita di carta da forno di dimensioni di 18 x 20 cm circa.

Schiacciate bene e pressate in superficie.

Dovrete lasciarlo riposare in frigorifero per un giorno.

Dopo 24 ore l'impasto si sarà indurito e solidificato ancora di più. 

La mia amica dice che in questa fase "vi serviranno i muscoli". E ha ragione!!!

Una volta trascorso il tempo necessario, tirate fuori l'impasto dal frigo. Sarà a questo punto davvero duro. 

Utilizzate un coltello affilato, quello che usate per il pane andrà benissimo.

Togliete l'impasto dalla teglia aiutandovi con la carta da forno nella quale si trova.

Tagliate quindi l'impasto in due metà perfette e successivamente dividete nuovamente a metà le due parti.

Avrete così quattro pezzi uguali.

Per ricavare i biscotti, tagliate ogni pezzo a fettine molto sottili.

In questa fase potete anche decidere se infornare solo una parte e congelare gli altri pezzi. 

Una volta tagliati i pezzi a fettine, posizionate in una teglia rivestita di carta da forno le fette di biscotto.

Infornate a forno preriscaldato a 180 gradi per 8-10 minuti.

Nel caso, nonostante le 24 ore trascorse in frigo, l’impasto dovesse sbriciolarsi nel momento in cui andate a tagliarlo, potete utilizzare un escamotage. A volte gli impasti vegani senza uovo e burro possono risultare meno elastici e creare maggiore difficoltà.

Versatelo sbriciolato sulla teglia da forno rivestita da carta da forno. Infornate a 180 gradi. Dopo circa 5 minuti l’impasto si sarà scaldato e ammorbidito. Risulterà malleabile e facile da modellare. Potete schiacciarlo con un cucchiaio su tutta la superficie della teglia.

Avrete così tutta una superficie biscottata di circa 4-5 mm di altezza. Lasciate cuocere 7-8 minuti.

Tenetelo ancora 5 minuti a forno caldo ma spento affinché prosegui la cottura sulla superficie superiore che non avete potuto girare.  

Appena sfornate tagliate l’impasto ancora caldo a quadrotti. Fatelo subito perché quando si sarà freddato sarà talmente croccante da rendervi impossibile questo passaggio. 

Attendete che i biscotti si raffreddino (se ce la fate ad attendere. Io non ce l'ho fatta) e servite.


Muffin  integrale di farro al cioccolato e peperoncino

Muffin integrale di farro al cioccolato e peperoncino

Questi muffin li abbiamo ideati appositamente per Babbo Natale. Li rifaremo il giorno della Vigilia per lasciarli vicino al camino con un bicchiere di latte freddo.

Ingredienti per 9 muffin:

- 220 grammi di farina integrale di farro

- 100 grammi di zucchero integrale di canna

- 150 ml di latte di riso

- 70 ml di olio di semi di girasole

- 40 g di gocce di cioccolato fondente

- 20 g di cacao amaro

- una spolverizzata di peperoncino in polvere

- due cucchiaini di lievito per dolci

- un pizzico di sale

- panna montata

- 9 fragole

Procedimento:

In una ciotola versate prima gli ingredienti secchi, quindi la farina integrale di farro, il cacao amaro setacciato, lo zucchero di canna, il peperoncino, il pizzico di sale ed il lievito. Mischiate con un cucchiaio di legno o in una planetaria.

Unite i liquidi. Versate il latte di riso a filo e l'olio. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.

Aggiungete le gocce di cioccolato e amalgamatele al resto degli ingredienti.

Infornate in forno statico a 180 gradi per 25-30 minuti.

Una volta terminata la cottura, attendete che i muffin si siano raffreddati del tutto prima di procedere con le decorazioni.

Guarnite con la panna montata e con le fragole dando la forma del cappellino di Babbo Natale per una versione natalizia.

La panna andrà messa all'ultimo momento prima di servire, altrimenti si scioglierà.

Se pensate di volerli servire per portarli da qualche parte non fateli con la panna perchè ha davvero i minuti contati.

Pensate ad un'alternativa come ad un frosting al philadelphia. L'ideale come tenuta è una crema di burro ma la eviterei perchè davvero troppo grassa. Meglio se possibile portarvi con voi una panna fresca montata e servire all'ultimo.


Cioccolatini fondenti al sesamo e noci

Cioccolatini fondenti al sesamo e noci

Il profumo avvolgente del cioccolato fuso vi rapirà e trasformerà in un attimo la vostra casa nella fabbrica di cioccolato di Willy Wonka. 

Per avere un buon risultato, bisogna adottare degli accorgimenti termici al fine di ottenere del cioccolato lucido, friabile e che si sciolga in bocca. La tecnica utilizzata dai grandi pasticceri, chiamata “temperaggio” prevede la variazione di temperatura del cioccolato creando dei veri e propri sbalzi termici.

Ingredienti per 15 cioccolatini:

- 150 g di cioccolato fondente

- un cucchiaino di olio di cocco

per la copertura:

- due cucchiaini di semi di sesamo

- 3 noci spezzettate

Procedimento:

Sminuzzate le tavolette di cioccolata fondente. Prendetene ad occhio senza bilancia due terzi, quindi circa 100 grammi, e scioglietela a bagnomaria. Mettete quindi un pentolino piccolo con i pezzetti di cioccolato, dentro una pentola più grande con due dita di acqua. Accendete i fornelli e fate bollire l’acqua affinché il cioccolato dentro il pentolino piccolo si sciolga. Aggiungete al cioccolato un cucchiaino di olio di cocco, che ha una consistenza morbida e compatta simile al burro di cacao, lo renderà più cremoso. Continuate a far sciogliere lentamente il cioccolato finché non ci saranno più le parti solide. La cioccolata in fase di fusione raggiungerà la temperatura di 45 gradi. Anche se non avete un termometro da cucina basterà che vi atteniate alla procedura facendo attenzione alle varie fasi di fusione e solidificazione del cioccolato, seguendo passo passo i vari step e sbalzi di temperatura. Una volta che il cioccolato avrà raggiunto uno stato liquido e fluido in maniera uniforme, create uno shock termico. Portate il pentolino con il cioccolato sciolto fuori dalla pentola con l’acqua bollente.

Tenete sui fornelli ancora il fuoco acceso mantenendo il bollore dell’acqua.

Vi servirà dopo.

Mettete il pentolino con all’interno il cioccolato fuso, dentro una bacinella grande con due dita di acqua fredda.

L’acqua e il cioccolato non dovranno mai entrare in diretto contatto.

Ora aggiungete al cioccolato sciolto, il resto del cioccolato spezzettato e messo da parte all’inizio. Dovrebbe essere più o meno 50 grammi. In questo modo, con l’aggiunta di altro cioccolato a temperatura ambiente e con il pentolino immerso in un liquido freddo, il cioccolato inizierà a raffreddarsi fino ad arrivare a 29 gradi. Girate per circa un minuto il cioccolato per renderlo uniforme.

Il passo successivo è quello adesso di rialzare la temperatura a 31 gradi, per creare un nuovo rimbalzo termico. Quindi riprendete il pentolino con il cioccolato ed inseritelo nuovamente nella pentola con l’acqua che avete lasciato bollire, girate finché il cioccolato si sarà nuovamente sciolto bene. Poi toglietelo immediatamente dall’acqua calda per stabilizzare la temperatura senza farla salire ulteriormente.

Adesso è il momento di unire due cucchiai di sesamo per dare un gusto croccante. Potete aggiungere tutto ciò che volete e che più preferite, come riso soffiato, frutta secca, cocco, pistacchi, granella di nocciole, frutta fresca, ecc... Se decidete di inserirli adesso gli ingredienti, diventeranno tutt’uno con il cioccolato. Se invece volete renderli visibili solo in superficie, non metteteli adesso ma solo sul fondo degli stampini seguendo il passaggio successivo.

Mischiate fino ad ottenere un composto omogeneo. 

Prendete gli stampini per il cioccolato, andranno più che bene anche quelli per il ghiaccio, o dei pirottini piccoli da muffin. Dovreste in questo caso riempirne meno della metà il modo che risultino più piccoli.

Se volete della copertura in superficie, aggiungetela prima di versare il cioccolato fuso. Io ho messo in alcuni delle noci spezzettate e in altri qualche seme di sesamo.

Ora aggiungete nei vostri stampini il cioccolato sciolto. Potete farlo con un cucchiaino o con una sac â poche. 

Lasciate riposare in frigo per due ore e servite. 

Quest’anno io ed i bambini abbiamo deciso di fabbricare da soli il nostro calendario dell’Avvento. Abbiamo cercato i bastoni e i rami ai piedi degli alberi e con forbici, un po’ di spago e qualche nastro abbiamo dato forma a ciò che era soltanto una buona idea  nelle nostre teste. Potete fare i sacchetti di carta come noi o di stoffa. All’interno abbiamo messo 4 cioccolatini per mamma, papà, Francesco e Beatrice, 2 fondenti e due al latte, tutti fatti da noi... quelli fondenti per i grandi sono proprio quelli della ricetta sopra!!!  Sono 24 sacchetti da aprire ogni giorno dal primo Dicembre fino alla Vigilia di Natale. Dicembre è ormai alle porte. Sarà bello dopo cena quando il papà torna a casa dal lavoro, ritrovarci tutti e quattro a condividere insieme una piccola gioia aspettando il Natale.